Home Eventi, tv e spettacolo Pollina, dal 26 dicembre la quarta edizione del presepe vivente

Pollina, dal 26 dicembre la quarta edizione del presepe vivente


Redazione

Sarà possibile visitare il presepe il prossimo 26 dicembre, l'1 e il 2 gennaio 2022, dalle 15 alle 21.

covid

Torna anche quest’anno il presepe vivente a Pollina, che quest’anno per celebrare la sua  quarta edizione ha scelto il tema “In cammino verso Betlemme”. Sarà possibile visitare il presepe il prossimo 26 dicembre, l’1 e il 2 gennaio 2022, dalle 15 alle 21. 

Il presepe vivente realizzato a Pollina, meglio conosciuto come il paese della Manna, è un percorso tra arti e mestieri, tra realtà quotidiana e feste. Un modo in cui i giovani possono conoscere le loro radici e gli anziani trasmettere i valori della vita.

Un percorso che si sviluppa nella parte vecchia del paese con diversi quadri allestiti dai singoli cittadini, che con estrema semplicità e perizia di particolari, riescono a ricreare ambienti che rievocano la Betlemme al tempo del Bambino Gesù.

UN VIAGGIO TRA LE TRADIZIONI DEL PRESEPE

Il percorso, della durata di 60 minuti, porta il visitatore a compiere un viaggio tra i mestieri, i sapori e gli odori di un tempo, infatti potrà perdersi tra le strade dell’antico mercato, dove il profumo delle spezie è nell’aria e gli occhi di ognuno vengono rapiti dalla bellezza dei tessuti pregiati, o nella strada del pane, dove l’odore del pane appena sfornato lo avvolgerà in un’atmosfera accogliente e umile. Il percorso permette di poter fare un’esperienza sensoriale dove tutti i sensi vengono stimolati: l’olfatto con l’odore del pane appena sforno lungo la via del pane o con l’odore dell’incenso all’interno del bazar; la vista con i numerosi colori che arricchiscono ogni angolo e con la bellezza delle scene che i volontari riescono a creare ogni anno.

Si prosegue con la sfera uditiva con i suoni e le melodie presenti nel percorso; al tatto con la possibilità data a ciascuno di poter toccare con le proprie mani gli animali, i tessuti e alcuni utensili che ormai poco si vedono e poco si conosco.
In conclusione si giunge anche al gusto. Infatti,  sette degustazioni sono presenti all’interno del circuito e che sono incluse nel biglietto d’ingresso. Pane cunzatu, cudduruni, tuma fresca, ricotta calda, biscotto al vino, vino cotto; e quest’anno per la prima volta si può anche gustare la birra alla manna, prodotta esclusivamente a Pollina. Il visitatore potrà ammirare mestieri come “u mannarulu” ,”u vittari”,”u scarpari”e molti altri che ricordano il tempo passato. Il gusto dei presenti verrà infine stuzzicato da varie prelibatezze caratteristiche del luogo. 

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Potrebbero interessarti