Home Dall'Italia Preside accusata di avere fatto sesso con uno studente: “Falso, vogliono farmi licenziare”

Preside accusata di avere fatto sesso con uno studente: “Falso, vogliono farmi licenziare”


Redazione PL

La Preside di un Liceo romano avrebbe intrattenuto rapporti sessuali con uno studente di 19 anni. La donna si difende, sostenendo che si tratti solo di voci diffamatorie di qualcuno che non gradisce la sua presenza

preside scuola

Sabrina Quaresima, Preside del Liceo “Montale” di Roma, è finita nel centro del ciclone per avere intrattenuto, secondo alcune testimonianze, rapporti sessuali con uno studente 19enne. Dalle notizie che sono trapelate dall’interno dell’istituto, pare che i due si vedessero in un parcheggio, dove si intrattenevano “in intimità”. Preside e studente avrebbero anche consumato i rapporti a casa del Dirigente d’istituto, insieme ad altri due ragazzi. In seguito la donna avrebbe dichiarato il suo amore al 19enne, che avrebbe reagito minacciandola di denuncia per l’ossessività nei suoi confronti, salvo poi trovare un accordo.

Non sappiamo chi abbia diffuso la notizia – affermano alcuni studenti – dato che in queste settimane la Preside ha avuto diverse discussioni con vari colleghi. I due vicepresidi, ad esempio, sono stati sollevati dall’incarico apparentemente senza motivo. Noi abbiamo occupato la scuola – aggiungono – anche perché ad inizio dell’anno ci aveva imposto un dress code discriminatorio, soprattutto alle ragazze. Per loro era vietato indossare magliette che scoprissero troppo l’addome, troppo le spalle.”

“Il vicepreside non mi convinceva fin dal primo momento – ha dichiarato la diretta interessata -.  Lui e l’altra collaboratrice gestivano tutte le pratiche, che io ho avocato a me perché volevo controllare la situazione generale. Non volevo lasciare loro gestire tutto, avevo bisogno di capire. Questa scelta non gli è piaciuta, e quando finalmente mi sono decisa a sostituirlo, mi sono trovata nei guai.”

LE SCRITTE SUI MURI E LA DENUNCIA

“Il tuo silenzio parla per te” e “Chi sa deve agire” sono solo alcune delle scritte campeggiate sui muri del Liceo Montale, in seguito allo “scandalo” che avrebbe coinvolto Preside e studente. Così il Dirigente scolastico, in seguito all’ennesima scritta diffamatoria nei suoi confronti, ha deciso di sporgere denuncia. “Si tratta di un bene dello Stato e non potevo permettere che venisse deturpato – ha dichiarato la Preside -. Se restavo zitta era perché non aveva senso giustificarmi per qualcosa che non era successo, significava ammettere una colpa che non avevo.”

Ad accompagnare Sabrina Quaresima ad effettuare la denuncia, secondo sua stessa ammissione, proprio il 19enne con cui è accusata di avere avuto rapporti sessuali. “Non è un ragazzino, ha 19 anni, sta per prendere la maturità – dice la Preside del giovane -. E quando l’ho conosciuto era rappresentante di istituto in surroga. Mi ha accompagnato con la sua macchina al commissariato di Monteverde per fare la denuncia e lì ci aspettava anche un rappresentante dei genitori. Ho avuto con lui un rapporto cordiale e aperto, come con tutti: la mia porta è sempre aperta. Forse lui ha messo in giro queste voci per vantarsi con gli amici? Ma non c’è stato nulla di nulla con il ragazzo, posso giurarlo davanti a chiunque.”

Intanto la Dirigente dell’istituto scolastico romano, in seguito alla visita degli ispettori dell’Ufficio Scolastico Regionale, fa sapere di volere difendere la sua figura professionale. “Purtroppo capisco che qualcuno possa pensar male – ammette -. Ma sono serissima, mi è costato tanto arrivare qui, e sono nell’anno di prova. Qualcuno ha pensato che in un attimo poteva farmi cacciare. Giovedì vedrò l’ispettrice regionale, spero davvero di poter chiarire tutto.”

 

Potrebbero interessarti

Palermo Live
Giornale online con notizie riguardanti la città di Palermo