Home Economia e lavoro Rap, conti aziendali solidi: Orlando chiede revoca stato d’agitazione

Rap, conti aziendali solidi: Orlando chiede revoca stato d’agitazione


Redazione PL

Incontro positivo tra l'azienda palermitana e l'amministrazione comunale

Miliziano

A Palermo si è tenuto nella giornata di lunedì un incontro fra Amministrazione comunale, Rap e consiglieri comunali di maggioranza per affrontare alcune problematiche inerenti allo sviluppo dell’azienda che si occupa della raccolta rifiuti nel capoluogo, anche sul piano economico finanziario.

Nel corso della riunione è emerso che “le questioni inerenti agli aspetti economico-finanziari evidenziate dalla RAP nei giorni scorsi – dichiarano l’assessore Sergio Marino e il presidente Giuseppe Norata – sono stati oggetto di un adeguato necessario approfondimento; ciò ha portato il sindaco e l’intera Amministrazione a confermare il dovuto impegno per la soluzione di tutte le problematiche, facendo emergere le azioni necessarie per garantire all’azienda certezza sulla solidità dei conti”.

L’approvazione del PEF-TARI 2020 – sottolinea Norata – nella piena garanzia dell’equilibrio economico-finanziario, la piena copertura finanziaria degli extracosti anche nel 2021 e del contratto di servizio con l’integrità dei servizi gestiti da Rap in conformità a quanto deliberato dal Consiglio Comunale, pongono la società in una situazione di piena tranquillità dello sviluppo societario. Ringraziamo il sindaco per gli impegni assunti e confermati in questi ultimi giorni”.


“L’Amministrazione – conferma Marino – ha costantemente dedicato la necessaria attenzione alla tenuta dei conti della RAP. In pochissimi giorni ha posto in essere ogni ulteriore utile azione, non solo volta alla salvaguardia ma anche allo sviluppo dell’azienda. I lavoratori non hanno nulla da temere poiché i conti dell’azienda sono in ordine. Ed è proprio questa tranquillità che impone di assumere ogni iniziativa utile a garantire il miglioramento dei servizi, anche attraverso il potenziamento del personale in servizio. Ai dipendenti occorre dare ampio riconoscimento del proprio impegno. In questo contesto rientrano anche il completamento delle procedure di mobilità e le progressioni interne ma non solo”.

NESSUN RISCHIO PER I LAVORATORI

Ulteriore conferma dell’assenza di elementi di rischio viene dal presidente Norata. “In questi ultimi giorni sia il sindaco sia i massimi dirigenti del Comune hanno confermato la possibilità e l’impegno a varare nei prossimi giorni il PEF-TARI 2020, dare piena copertura al contratto di servizio, garantire i servizi affidati alla Rap e avviare, entro fine marzo, la graduale liquidazione di crediti vantati dalla società. Il completamento di tale percorso – conclude Norata – renderà possibile la contestuale chiusura, entro fine marzo, della procedura di mobilità interaziendale (RESET) e delle progressioni di carriera per i dipendenti della Rap”.

A conclusione della riunione, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha ribadito che l’Amministrazione e la Rap “sono impegnate sul fronte della impiantistica sia a Bellolampo, con l’utilizzo della VI vasca appena autorizzato dalla Regione. E in attesa, inoltre, che proceda l’iter di realizzazione della VII, sia in città con il potenziamento della raccolta differenziata tramite nuovi CCR e nuove dotazioni strumentali, possibili grazie a circa 40 milioni di euro complessivi di fondi regionali, statali e comunitari anche a valere sul Recovery plan.

La RAP non ha alcun problema di solidità dei conti – ha concluso il sindaco -. Invito quindi le Organizzazioni sindacali a revocare lo stato di agitazione. Sarebbe un grave danno per la città determinare una situazione di crisi igienico-sanitaria nel periodo di pandemia che stiamo attraversando. I cittadini hanno diritto ad una città sempre più pulita e priva di intollerabili conferimenti di rifiuti ingombranti”.

Potrebbero interessarti