Home Cronaca La Re.Se.T pulisce il litorale di Romagnolo restituendolo ai palermitani

La Re.Se.T pulisce il litorale di Romagnolo restituendolo ai palermitani


Michele Cusumano

Il consigliere comunale Paolo Caracausi: "Speriamo di potere disporre, già da questa estate, di una spiaggia finalmente idonea a ricevere i cittadini che solitamente frequentano la costa sud."

Questa mattina gli operai della Re.Se.T hanno provveduto alla pulizia straordinaria della spiaggia di Romagnolo. Un lavoro che, congiuntamente alla pulizia ordinaria di cassonetti e cestini su via Messina Marine eseguita da Rap, contribuirà a rendere di nuovo fruibile quel tratto del litorale palermitano. Raggiunto da PalermoLive, ci spiega quanto avvenuto il consigliere comunale (Italia Viva) Paolo Caracausi.

Nella costa Sud, il tratto che va dal Buccheri la Ferla al Cantastorie è perennemente sotto la pulizia della Reset, almeno la parte a verde. Per quanto riguarda la spiaggia, le maestranze non sono in condizione di poterla pulire manualmente, quindi, ogni anno, l’assessorato villa e giardini (quest’anno diretto dall’assessore marino ndr), ha sempre mandato la pala meccanica per fare sia la pulizia straordinaria che rimuovere i detriti che porta il mare. Quest’anno, ad aprile, avevo mandato una nota, chiedendo di pulire questa e il resto delle spiagge della costa sud, prima che la gente iniziasse ad utilizzarle. Finalmente, dopo mesi, la pala meccanica è arrivata ieri mattina: hanno iniziato a pulire e continueranno a farlo con mezzi manuali come rastrelli. Speriamo di potere disporre, già da questa estate, di una spiaggia finalmente idonea a ricevere i cittadini che solitamente frequentano le spiagge della costa sud.”

Paolo Caracausi
Paolo Caracausi

RAP E RESET AL LAVORO

“La gente lamentava le condizioni di sporcizia della spiaggia; confido che la settimana prossima sarà tutta completata – auspica Caracausi. Oggi intanto l’assessore stesso ha provveduto a fare acquistare il materiale necessario per permettere il funzionamento delle docce. Reset ha avuto donata legna e realizzato pedane per permettere ai disabili di potere arrivare nei pressi della battigia con le sedie a rotelle. Inoltre, Rap ha provveduto al ritiro dei rifiuti dai cestini gettacarte, spesso pieni di sacchetti della spazzatura che dovrebbero essere gettati nei contenitori”.

IL NODO AL FAZZOLETTO DELL’ASSESSORE

Questa prima pulizia riguarda la suddetta zona specifica, ma stamattina ho chiesto all’assessore Marino, come avevo fatto anche ad aprile, di pulire anche altri spazi a mare. Uno tra tutti la zona della Bandita andando verso Acqua dei Corsari, laddove c’è una spiaggia immensa da ripulire. L’assessore – precisa Caracausi – si è impegnato a pulire anche quello, in modo tale che, soprattutto in attesa del ferragosto tutta la costa possa essere ripulita.

IN ATTESA DEL COMPLETAMENTO DEL COLLETTORE FOGNARIO

Sicuramente la costa sud ha bisogno di interventi importanti, strumentali e strutturali. Sì, questi saranno pure interventi di ripiego, ma che ben vengano, perché diversamente continueremo a ripiombare nell’abbandono. Ricordiamo infatti che, tutto’oggi, il mare erode la costa e i mammelloni . Fino a quando non si riusciranno a mettere su interventi strutturali che vanno a bloccare l’erosione da parte del mare di questi mammelloni non potremo vedere una costa al massimo dello splendore. Stiamo aspettando inoltre che si completino i famosi lavori del collettore fognario e del depuratore di Acqua dei Corsari, dove è in programma il raddoppio e il rifunzionamento del depuratore. Speriamo – conclude Caracausi – che nei prossimi anni tutta questa zona possa tornare balneabile”.

Potrebbero interessarti