Home Dal resto della Sicilia Spari contro casa di un avvocato: in passato già vittima di intimidazioni

Spari contro casa di un avvocato: in passato già vittima di intimidazioni


Redazione

Il legale aveva già subito l'incendio di tre vetture

spari

Nuovi atti intimidatori ai danni di un avvocato di Serradifalco, comune in provincia di Caltanissetta: cinque spari hanno colpito la sua abitazione, sita in contrada Perito. Non si tratta del primo episodio intimidatorio ai danni del legale: nel 2018, infatti, questi aveva già subito l’incendio di tre auto.

Uno degli spari ha frantumato una finestra dell’abitazione. I carabinieri scortano da due giorni la vittima. Tre giorni fa hanno arrestato, inoltre, due individui ritenuti responsabili di uno degli atti intimidatori subiti in passato. Si tratta di Valentina Garretta e Martin Marius Vasile, 29enni di Canicattì, in provincia di Agrigento.

Il 18 gennaio 2020 la Peugeot 3008 della famiglia dell’avvocato fu bruciata; il fuoco danneggiò anche una tettoia in legno e un’Audi Q3, parcheggiata nelle vicinanze. Per tale episodio i carabinieri hanno arrestato, lo scorso 17 giugno, Vincenzo Li Calzi, ritenendo che la notte dell’incendio si trovasse in compagnia di Valentina Garretta. La donna è accusata di essere l’autrice materiale dell’incendio: entrata in casa dell’avvocato avrebbe tentato più volte di appiccare il fuoco fino a riuscirvi. Gli inquirenti ritengono inoltre che sia stato proprio Vasile ad assoldare Garetta, dietro il pagamento di circa 400 euro.

Potrebbero interessarti