Home Salute e benessere «Sarà la più grande vaccinazione della storia italiana»

«Sarà la più grande vaccinazione della storia italiana»


Pippo Maniscalco

Il ministro della salute Speranza ha annunciato ieri in parlamento il piano vaccinale contro il Covid: tra l'altro ha detto che il vaccino sarà gratis per tutti gli italiani

speranza

Il ministro della Salute Roberto Speranza ieri ha presentato a Senato e Camera i cardini del piano strategico per sconfiggere il Covid-19: «Sarà la più grande vaccinazione della storia italiana ─ ha detto il ministro ─. L’epidemia potrà essere stroncata soltanto col contributo di tutti». La vaccinazione sarà gratuita, non obbligatoria e sicura. Si partirà vaccinando 1 milione 404 mila operatori sanitari e i 570 mila ospiti delle residenze per anziani. Poi 4 milioni di anziani di età superiore agli 80 e 13 milioni tra 60 e 79. Quindi si continuerà con i 7 milioni di «fragili» con almeno un fattore di rischio dovuto ad altre patologie. Infine insegnanti, forze dell’ordine e personale delle carceri. La vaccinazione sarà gestita da 20 mila professionisti sanitari e tra loro migliaia di giovani medici delle scuole di specializzazione. Nella seconda parte del piano entreranno in gioco i medici di famiglia.

ARRIVERANNO SEI VACCINI

Da gennaio, e soprattutto nei primi mesi dell’anno, la sanità sarà assorbita dall’attuazione del piano. E se nel frattempo il Covid-19 avesse rialzato la testa con una «terza ondata» l’impegno sarebbe mille volte più estenuante e i risultati tardivi. Di vaccini ne arriveranno almeno 6, approvati dalle agenzie del farmaco americana (Fda) ed europea (Ema): in corsa Pfizer/BioNTech, Moderna, AstraZeneca, Johnson & Johnson, Sanofi e CureVac. Il ministro Speranza ha detto che l’Italia ha opzionato oltre 202 milioni di dosi , equivalenti al 13% di tutti i contratti sottoscritti fra Ue e aziende farmaceutiche. Quantitativo «sufficiente per vaccinare la popolazione e avere scorte». Servirà probabilmente una doppia dose. Le fiale saranno distribuite a partire dal primo trimestre del 2021 e le consegne andranno avanti per tutto l’anno.

Potrebbero interessarti