Home Cronaca Lo stato pietoso di Viale dell’Olimpo, tra sporcizia e marciapiedi rotti

Lo stato pietoso di Viale dell’Olimpo, tra sporcizia e marciapiedi rotti


Alfredo Minutoli

L'Associazione Comitati Civici di Palermo: "Messa a repentaglio l'incolumità dei cittadini. Chiediamo si intervenga con estrema urgenza"

Dopo viale Regione Siciliana è lo stradone per eccellenza del capoluogo siciliano. Un rettilineo che attraversa il cuore della Piana dei Colli nella zona nord ovest della città. Il nome stesso, viale dell’Olimpo, richiama a qualcosa di importante, ed effettivamente, urbanisticamente parlando, per Palermo questa strada preziosa lo è diventata davvero. Deputata, rendering alla mano, ad ospitare l’ampliamento della sede tranviaria (la cosidettaTRATTA “E”), percorrerla è un piacere per gli occhi. Non foss’altro per quel senso di ampiezza e di ariosità che trasmette sia in direzione Mondello, quando davanti gli occhi si para sua maestà il Monte Pellegrino, sia in direzione opposta, quando in lontananza si scorgono i monti che iniziano a cingere la città.

INCURIA TOTALE

Da ambo i lati costeggiata da ville – a partire da Piazza Bolivar fino allo snodo che da una parte porta in via Castelforte, dall’altra a Partanna e diritto in via Venere – nel tempo viale dell’Olimpo sembra tuttavia essere stata dimenticata. Ma stavolta non tanto per lo stato in cui versa il manto stradale, certamente migliore di tante altre zone di Palermo, quanto piuttosto per l’ennesima testimonianza dello stato di totale incuria e abbandono dei suoi marciapiedi. A tal proposito, stanchi dello spettacolo indecoroso ma non solo offerto dalla strada, si è mossa l’Associazione Comitati Civici di Palermo con a capo il presidente Giovanni Moncada.

L’S.O.S. DEI COMITATI CIVICI

“E’ assolutamente impossibile cammirare sui marciapiedi del viale dell’Olimpo. Marciapiedi rotti e pieni di erbaccia infestante, di rifiuti di ogni tipo sparsi ovunque. Di arbusti pericolosi come la gledistia. Con le sue spine robuste e aguzze costrgingono i pedoni a camminare sulla carreggiata dove le auto sfrecciano ad alta velocità. Il tutto con grave pericolo per l’incolumità e la sicurezza dei cittadini. Occorre intervenire con estrema urgenza per renderli fruibili e sicuri  per quanti scelgono di muoversi a piedi”.

Un appello accorato, l’ennesimo, che fa il paio con quello raccolto da Palermo Live dei residenti via Pitrè, inascoltati nella loro decennale richiesta di migliorare l’arredo urbano della loro strada.

Potrebbero interessarti