Home Eventi e spettacolo Totò Riina, da Giletti le rivelazioni della giornalista che ne intervistò la moglie

Totò Riina, da Giletti le rivelazioni della giornalista che ne intervistò la moglie


Redazione PL

Sandra Amurri racconta: "Prendendomi il braccio mi disse: "Lei con il tempo capirà che non siamo i peggiori""

mafia

Il viaggio di La7 nel mondo della mafia ha visto una tappa importante nello speciale “Non è l’Arena – Corleone, il potere e il sangue”, andato in onda nella serata di ieri, 5 gennaio.

Il docufilm “Corleone, il potere e il sangue”, del regista francese Mosco Lévi Boucault, è stato trasmesso dall’emittente televisiva in esclusiva per l’Italia. A precederlo il dibattito con la giornalista Sandra Amurri, l’ex procuratore di Caltanissetta Sergio Lari e Luigi Li Gotti, avvocato di Giovanni Brusca. 

Un dibattito che ha ragionato su diversi aspetti relativi all’ascesa e al declino di Totò Riina. Raccontando anche episodi poco conosciuti, come quello che vide Sandra Amurri intervistare Ninetta Bagarella, moglie di Riina, e le figlie.

La moglie di Totò Riina: “Non siamo i peggiori”

“La moglie secondo me ha avuto un ruolo fondamentale, non era solo la moglie di – spiega la giornalista -. Forse si potrebbe dire che Totò Riina è stato il marito di Ninetta Bagarella e non solo per il suo “pedigree” (sorella di Bagarella), ma anche perché intelligente, una donna colta, furba e molto gentile nell’approccio, accogliente oserei dire. Questa mamma chioccia dei figli, che lei aveva fatto studiare, era lei che insegnava loro durante la latitanza. E io sono stata accolta con grande garbo”.

Un rapporto insolito dato il momento di tensione: erano i giorni in cui tutti gli occhi erano puntati su Corleone, al rientro della famiglia dopo tanti anni di latitanza. “Tutti i giornalisti del mondo erano in quei giorni a Corleone – spiega Sandra Amurri -. La inseguivano, lei si chiudeva in casa, lanciava acqua bollente dalla finestra… quindi probabilmente questo rapporto l’aveva colpita, che io ero lì invece a parlare con lei. Una donna molto intelligente”.

In un secondo incontro a Palermo, all’Hotel delle Palme, proprio Ninetta Bagarella disse una frase importante alla giornalista: “Prendendomi il braccio mi disse: ‘Lei con il tempo capirà che non siamo i peggiori'”.

CONTINUA A LEGGERE

Potrebbero interessarti