Home Cronaca di Palermo Vendita superalcolici e sospensione concessioni suolo pubblico: l’ordinanza del Sindaco per il Festino

Vendita superalcolici e sospensione concessioni suolo pubblico: l’ordinanza del Sindaco per il Festino


Redazione PL

Il sindaco di Palermo, Roberto Lagalla, ha firmato l'ordinanza che prevede misure straordinarie in occasione del prossimo Festino di Santa Rosalia

festino

Il sindaco di Palermo Roberto Lagalla ha firmato oggi l’ordinanza n. 92 che, in occasione dei festeggiamenti relativi al 398° Festino di Santa Rosalia, prevede per il giorno 14 luglio 2022 e fino alle ore 03.00 del 15 luglio 2022: il divieto di commercializzare bevande superalcoliche; che la vendita di bevande commercializzate in contenitori di vetro e di alluminio sia effettuata solo dopo che le stesse siano state versate in contenitori biodegradabili e compostabili; che le bevande contenute in bottiglie di plastica vengano private del tappo.

Tale divieto deve essere esteso a tutti gli esercenti pubblici, sia stanziali che ambulanti che operano nelle zone di: corso Vittorio Emanuele; piazza Marina; via Cala; foro Umberto I; piazza Kalsa; via Lincoln; Stazione Centrale – piazza Giulio Cesare; piazza Fonderia; via Maqueda.

L’ordinanza prevede inoltre che RAP dovrà provvedere al posizionamento di appositi carrellati, nei siti individuati
dalla stessa, per il conferimento di eventuali bottiglie e lattine portate al seguito dalla popolazione cittadina che parteciperà all’evento. Tale servizio dovrà essere integrato con l’ausilio di altri veicoli della RAP, il cui personale dovrà provvedere ripetutamente allo svuotamento dei carrellati.

ORDINANZA FESTINO, SOSPESE TEMPORANEAMENTE LE CONCESSIONI DI SUOLO PUBBLICO

Inoltre, dalle ore 14.00 del 13 luglio 2022, fino alle ore 24.00 del 15 luglio 2022, e comunque sino a cessate esigenze, il provvedimento ordina di sospendere temporaneamente le concessioni di suolo pubblico rilasciate agli esercizi commerciali, con lo spostamento di tutti gli elementi di arredo, eventuali pedane e dehors presenti su: corso Vittorio Emanuele, nel tratto tra Piazza del Parlamento; foro Umberto I , e nel raggio di 100 metri dall’intersezione di ciascuna via adducente a tale asse.

Altresì – procede la nota – dalle ore 09.30 del 14/07/22, e fino alle ore 24.00 del 15/07/22, e comunque sino a cessata esigenza, si dovranno sospendere temporaneamente le concessioni di suolo pubblico rilasciate agli esercizi commerciali con lo spostamento di tutti gli elementi di arredo, delle eventuali pedane e dehors presenti su: via Maqueda, da Piazza Sant’Antonino, fino all’altezza di via Napoli e nel raggio di 100 metri dall’intersezione di ciascuna via adducente a tale asse.

Infine, dalle ore 14.00 del 13/07/2022 e fino alle ore 24.00 del 15/07/2022, e comunque fino a cessata esigenza, si dovranno spostare le panchine, le fioriere e i cestini getta carta presenti su: corso Vittorio Emanuele nel tratto tra Piazza del Parlamento e Foro Umberto I e nel raggio di 100 metri dall’intersezione di ciascuna via adducente a tale asse; via Maqueda, da Piazza Sant’ Antonino fino all’altezza di Via Napoli e nel raggio di 100 metri dall’intersezione di ciascuna via adducente a tale asse.

ORDINANZA DEL SINDACO: GLI INCARICHI CONFERITI

Si incarica il COIME – si specifica nell’ordinanza ad hoc per il Festino – di provvedere allo spostamento delle panchine e al riposizionamento alla fine della manifestazione, e di rimuovere le barriere antiterrorismo presenti su Corso Vittorio Emanuele secondo le indicazione del Piano di Sicurezza redatto dalla Protezione Civile e in collaborazione con la stessa, e il riposizionamento al termine della manifestazione.

Si incarica l’Area del Verde di provvedere allo spostamento delle fioriere e al loro riposizionamento alla fine della manifestazione. Si incarica la R.A.P. di provvedere allo spostamento dei cestini gettacarta e al loro riposizionamento alla fine della manifestazione.

Maggiori dettagli nell’ordinanza n. 92 del 12/07/2022 pubblicata sul sito istituzionale del Comune di Palermo alla voce Albo Pretorio.

Potrebbero interessarti