Home Politica VIDEO| Cancelleri visita il Porto di Palermo: “Investimenti da 500 milioni”

VIDEO| Cancelleri visita il Porto di Palermo: “Investimenti da 500 milioni”


Pietro Minardi

Il sottosegretario del Governo Draghi continua la sua visita nell'Isola. Domani il suo tour continuerà in Sicilia Orientale. Ecco le sue parole.

Il sottosegretario alle Infrastrutture Giancarlo Cancelleri ha concluso il suo tou in provincia di Palermo, visitando il Porto del capoluogo siciliano. In precedenza, l’esponente grillino si era recato allo scalo nautico di Termini Imerese.

Presenti all’incontro, il presidente dell’Autorità Portuale di Palermo Pasqualino Monti, nonché alcuni deputati regionali del Movimento 5 Stelle, tra cui Roberta Schillaci e Giampiero Trizzino.

Sul posto si è radunata anche una rappresentanza dei lavoratori della cooperativa “Picchettini”, i cui 35 lavoratori rimasti esclusi dalle attività del cantiere navale attendono risposte sul proprio futuro.

Domani, venerdì 9 marzo, Giancarlo Cancelleri continuerà il suo viaggio siciliano, visitando prima l’aeroporto di Comiso e poi il comune di Grammichele.

CANCELLERI SUL PORTO DI PALERMO

Un lifting, quello sull’impianto del capoluogo, che riguarderà non solo l’aspetto estetico ma anche e soprattutto le infrastrutture. Obiettivo: rendere Palermo un punto centrale per le navi da crociera e per i turisti.

Cancelleri al Porto di Palermo 1

“L’Autorità di Sistema Portuale di Palermo sta lavorando bene per tutti i porti di questa autorità. Ci sono investimenti importanti da Porto Empedocle, a Termini Imerese e a Trapani. La riqualificazione del porto di Palermo è la punta di diamante. Oltre 500 milioni di euro investiti nel tempo, alcuni già realizzati altri da fare nel tempo. Questa sarà la prima autorità di sistema portuale ad avere un punto UNESCO all’interno. Un bene culturale di incredibile valore. Inoltre, attività commerciali e ludico-ricreative non solo per i palermitani ma anche per chi vorrà venire qui.

“Ma soprattutto un’attività di crocierismo e di nautica da diporto che renderà Palermo il porto della Sicilia – continua Cancelleri -. Questa è l’idea per riuscire a portare 1,5 milioni di passeggeri all’anno. Inoltre c’è una novità, quella di fare diventare Palermo non più una città d’approdo serale, ma punto di partenza per le attività croceristiche, che permetterà di trattenere i turisti il più possibile. Ciò si incontra con i lavori dell’anello ferroviario e i lavori di riqualificazione di via Amari e di piazza Castelnuovo, che inviteranno i turisti a visitare il salotto di Palermo”.

FERROVIE E PONTE SULLO STRETTO

Un approfondimento poi riguarda il sistema ferroviario, sul quale Cancelleri conferma l’impegno relativo al garantire la continuità territoriale.

Cancelleri al Porto di Palermo 1
Nella foto, Giancarlo Cancelleri e Pasqualino Monti

“La Sicilia è molto presente nel piano di ripresa e resilienza, intanto con tantissime opere ferroviarie con riferimento ad esempio alla linea ad alta velocità Messina-Catania-Palermo. Si stanno facendo dei bypass importanti, come ad esempio quello di Augusta, con i quali togliamo treni dalla città, e l’interconnessione con porti ed aeroporti. Completiamo l’intermodalità di Trapani, nel PNRR, mentre nel prossimo contratto di servizio metteremo quella di Comiso”.

Sul Ponte sullo Stretto, Cancelleri glissa le polemiche. “C’è una commissione che sta lavorando. Diamogli il tempo, capiremo quel che è più giusto da fare. Stiamo affrontando questo aspetto senza pregiudizi, ma davvero con tecnica e buon senso. Verrà fuori il risultato migliore”.

Potrebbero interessarti