Home Cronaca Ztl a Palermo, lo sfogo di un commerciante: “La situazione è drammatica”

Ztl a Palermo, lo sfogo di un commerciante: “La situazione è drammatica”


Redazione

"Già falcidiati dalla pandemia, e dalla consueta ZTL, si sperava in un gesto quantomeno logico, in questo periodo, per dare respiro ad un centro storico ormai privo di vita commerciale"

ztl

La Ztl notturna sarà sospesa, a Palermo, nei giorni festivi. A comunicarlo, ieri 23 dicembre, è stato il Comune di Palermo, che ha reso noto che su proposta dell’assessore alla Mobilità, Giusto Catania, la Giunta municipale ha stabilito di procedere alla sospensione per i giorni del 24, 25, 31 dicembre e 1° gennaio.

La notizia crea dissensi specie tra i commercianti del centro storico, che speravano in una mossa di più ampio respiro. Riceviamo e pubblichiamo, in proposito, la lettera di uno di questi, Giuseppe Colombo, titolare del negozio Windtre di Via Roma, angolo Via Napoli.

“Oggi apprendo quanto segue: SOSPENSIONE ZTL GIORNI FESTIVI E PREFESTIVI. La Giunta municipale ha stabilito di procedere alla sospensione della ZTL NOTTURNA per il 24, 25, 31 dicembre e 1° gennaio, dalle ore 23.00 fino alle ore 6.00 del giorno successivo”.

A me sembra l’ennesima presa per i fondelli da parte dell’amministrazione verso tutti quei negozi che faticano a rimanere aperti all’interno della ZTL. Siamo isolati, dimenticati da tutti. E la ZTL viene aperta solo la notte?! Per chi?! Una città completamente paralizzata dal traffico, dalle strade che sembrano trazzere, e un commercio ormai ridotto all’osso. E loro la disattivano di notte… Già falcidiati dalla pandemia, e dalla consueta ZTL, si sperava in un gesto quantomeno logico, in questo periodo, per dare respiro ad un centro storico ormai privo di vita commerciale”.

“Ho voluto scrivervi il mio pensiero a riguardo perché stanco del maltrattamento da parte di questa amministrazione nei confronti del centro storico, uno dei più belli d’Italia, ridotti in questa situazione veramente drammatica”.

CONTINUA A LEGGERE


Potrebbero interessarti