Home Eventi, tv e spettacolo “Art Rock”, a Palermo pittura, installazioni ed esibizioni dal vivo

“Art Rock”, a Palermo pittura, installazioni ed esibizioni dal vivo


Redazione

L'artista Giancarlo Rubino torna alla Galleria "Tredarte" nel ruolo di direttore artistico della collettiva

“Art Rock” è il titolo della collettiva che sarà inaugurata a Palermo il 27 novembre, visitabile fino al 4 dicembre prossimo.
Dopo i consensi di pubblico e addetti ai lavori della personale dedicata al mondo del burlesque e attraversata dalle suggestioni sonore di Marilyn Manson, l’artista palermitano Giancarlo Rubino sceglie ancora una volta il connubio tra arti figurative e musica per dare il via a un nuovo progetto culturale.
E lo fa nelle vesti di direttore artistico di un’operazione culturale che mette insieme il talento di tredici nomi, con la loro personale visione del rock.
Ovvero, il genere musicale che più di ogni altro ha rivoluzionato i codici espressivi, ridelineato il rapporto tra musicisti e pubblico, cambiato i comportamenti e oltrepassato gli schemi precostituiti.
Tra i mostri sacri del rock raffigurati dagli artisti, ci sono Alice CooperDavid Bowie e John Lennon e, naturalmente, Marilyn Manson.

Un omaggio ai musicisti che hanno scritto la storia del rock nei decenni passati fino all'epoca contemporanea
Un omaggio ai musicisti che hanno scritto la storia del rock nei decenni passati fino all’epoca contemporanea

GLI ARTISTI PARTECIPANTI

Protagonisti, con le loro opere, Annalisa PikkioCristina GiulianiMarco TroiaStefano MilizianoPasquale VaccaroVincent MancinoTiziana CiminoNicolai CiaravinoMirela MorrealeFloriana CaliaYukyGiuseppe Maiorana e Fabio Davì.
Ci sarà spazio anche per due installazioni che raffigurano chitarre elettriche.  
Inoltre, Giancarlo Rubino esporrà un quadro dedicato al tema del rock.
Insieme a loro, i musicisti MostardacidaJJ Duo e Roberto La Mantia.
Per il nuovo e prestigioso evento, Giancarlo Rubino sceglie ancora gli spazi espositivi della Galleria “Tredarte“, in via Sampolo 100 a Palermo.
Un luogo intimo e raccolto, vocato a ospitare opere e artisti selezionati, tra talenti emergenti e nomi di fama consolidata.
Punto forte della mostra, l’allestimento a cura della scenografa Daniela Sasso.

Potrebbero interessarti