Home Economia e lavoro Decreto Aiuti bis, tutte le novità: dai bonus in busta paga, a pensioni e bollette

Decreto Aiuti bis, tutte le novità: dai bonus in busta paga, a pensioni e bollette


Redazione PL

In totale sarà stanziato un importo compreso tra i 12 e i 14 miliardi di euro

decreto

Dalla bozza del Decreto Aiuti bis si apprendono diverse novità che caratterizzano il provvedimento volto a contrastare gli effetti della crisi economica. Tra queste, l’incremento dell’esonero contributivo per i lavoratori dipendenti e un bonus aggiuntivo in busta paga per i redditi fino a 35.000 euro. Novità anche per i pensionati e in materia di bollette di luce e gas. In totale si prevede lo stanziamento di un importo compreso tra i 12 e i 14 miliardi di euro. Vediamo nel dettaglio le varie misure. 

Decreto Aiuti bis, taglio del cuneo fiscale

La bozza del Decreto Aiuti bis prevede il potenziamento dell’esonero contributivo per i lavoratori dipendenti. Dall’1 luglio al 31 dicembre 2022 lo sconto passerà dallo 0,8 all’1,8 per cento.

A beneficiarne i lavoratori dipendenti titolari di redditi non superiori a 35.000 euro. Il bonus in busta paga sarà gestito dal datore di lavoro attraverso una riduzione del prelievo contributivo. Questo non dovrebbe incidere sulle pensioni future.

Pensioni

Novità anche per i pensionati. La bozza del Decreto Aiuti bis afferma infatti che il conguaglio per il calcolo della perequazione delle pensioni per il 2021 sarà anticipato all’1 ottobre 2022. Dunque, gli assegni pensionistici aumenterebbero del 2% già a partire da ottobre.

In sede di rivalutazione delle pensioni con decorrenza dal 1° gennaio 2023 la percentuale di variazione per il calcolo della perequazione delle pensioni per l’anno 2022 è applicata in misura corrispondentemente ridotta di due punti percentuali.

Decreto Aiuti bis, bonus 200 euro

In merito al bonus 200 euro, la bozza prevede un’estensione della misura ai lavoratori che nel primo semestre 2022 non hanno beneficiato dell’esonero contributivo, perché interessati da eventi coperti figurativamente dall’INPS. Tra gli aventi diritto anche i collaboratori sportivi.

Fondi pari a 100 milioni di euro anche per le partite IVA. I lavoratori autonomi ancora attendono l’erogazione del bonus 200 euro.

Bollette luce e gas

Novità in arrivo anche in materia di bollette. La bozza del Decreto Aiuti bis introduce infatti misure specifiche per la tutela dei clienti più vulnerabili. Dall’1 gennaio 2022 fornitori ed esercenti dovranno offrire il gas naturale al prezzo di approvvigionamento nel mercato all’ingrosso. La  misura si applicherebbe a chi vive in condizioni economiche svantaggiate, ai disabili e agli over 75.

CONTINUA A LEGGERE

Caro-bollette, rincari del 100% per colpa dei morosi? Ecco cosa c’è da sapere

 

 

 

 

Potrebbero interessarti