Home Cronaca Droga a Partinico, arrestato 53enne: oltre un chilo di marijuana in casa

Droga a Partinico, arrestato 53enne: oltre un chilo di marijuana in casa


Redazione

L'uomo ha consegnato spontaneamente alla polizia alcune dosi di stupefacente, ma ciò non ha evitato la perquisizione domiciliare. Gli agenti hanno ritrovato, all'interno della sua abitazione, numerose dosi di marijuana e appurato la presenza di un allaccio abusivo alla rete elettrica.

droga

La polizia ha rivenuto un ingente quantitativo di droga nella periferia di Partinico. L’operazione, che si è svolta nel corso delle ultime ore, ha portato non solo al sequestro dello stupefacente ma anche all’arresto di un uomo di 53 anni, che nascondeva la droga in casa.

Sviluppando importanti spunti investigativi, gli agenti del commissariato locale sono infatti risaliti un’abitazione sita in una contrada del grosso centro della provincia palermitana. L’uomo, che vive lì insieme alla famiglia, all’arrivo degli agenti, ha spontaneamente consegnato sei involucri in confezioni di cellophane termosaldate. Qui erano contenuti 450 grammi di droga, verosimilmente marjuana.

Droga nascosta in casa

La volontaria consegna dello stupefacente non ha tuttavia evitato la perquisizione domiciliare. Il controllo si è rivelato più che fruttuoso: al piano terra, gli agenti hanno trovato altri 56 involucri di marijuana; nelle immediate adiacenze dell’abitazione, erano riposti invece, dentro un sacchetto di plastica, altri 300 grammi di droga.

Lo stupefacente sequestrato ammonta in tutto ad oltre un chilogrammo. Gli agenti hanno, inoltre, appurato la presenza di un altro reato, quello di furto di energia elettrica. Verificato, infatti, un allaccio abusivo alla rete elettrica, riconducibile all’abitazione del 53enne.

Quest’ultimo, tratto in arresto, dovrà dunque rispondere sia di detenzione ai fini di spaccio che di furto di energia elettrica. Sono inoltre in corso le indagini per stabilire in quali mercati sarebbe finita la droga sequestrata e per risalire alle identità di eventuali complici nella filiera dello spaccio.

CONTINUA A LEGGERE

Potrebbero interessarti