Home SportCalcio Fantacalcio, chi schierare alla prima giornata? i possibili “Top” tra le venti di serie A

Fantacalcio, chi schierare alla prima giornata? i possibili “Top” tra le venti di serie A


Michele Cusumano

Inizia la serie A e parte anche il fantacalcio. I consigli per affrontare al meglio la prima giornata

fantacalcio

Inizia il campionato di serie A, ed è tempo di scelte per gli allenatori delle 20 squadre che giocheranno, come ogni anno, per obiettivi che vanno dallo scudetto fino alla lotta per non retrocedere.  Scelte che condizioneranno anche le decisioni di parte degli oltre 6 milioni di fantallenatori che in Italia si dilettano in un gioco le cui proporzioni hanno raggiunto quelle di un vero e proprio fenomeno di massa. Non di tutti, però, perché il fantacalcio è una “scienza” che si divide tra coloro che preferiscono attendere la fine del mercato per fare la consueta asta iniziale, e chi invece ama “il rischio” e non si vuole perdere neanche una giornata di campionato. Per questa ultima categoria, ecco i nostri consigli su chi schierare alla prima giornata. 

SABATO, ORE 18.30: SI INIZIA CON I CAMPIONI D’ITALIA IN CARICA

Ad aprire le danze, nel pomeriggio di sabato 13 agosto, sarà il Milan, detentore in carica dello scudetto. I rossoneri dovrebbero cambiare poco, sopratutto tra gli 11 titolari, rispetto alla formazione tipo dello scorso anno. Se si vuole “rischiare”, soprattutto in considerazione dei cinque cambi effettivi possibili in campo, chi ha puntato su Charles De Ketelaere nell’asta iniziale può schierarlo senza farsi troppi problemi. Il belga, infatti, è già apparso in grande forma nel precampionato, e con ogni probabilità sarà una freccia pronta nell’arco di Pioli, seppur non sia destinato a partire titolare. 

Tra i top, inoltre, dovrebbe essere questo l’anno della definitiva consacrazione di Rafael Leao, divenuto ormai un punto cardine dell’attacco rossonero: chi ce l’ha in rosa, lo metta senza esitazione. Così come Junior Messias, cresciuto esponenzialmente in rossonero e reduce da un ottimo precampionato. 

Tra i friulani occhio a Soppy: il sostituto naturale di Molina, emigrato all’Atletico Madrid, è pronto a non fare rimpiangere il collega. Nonostante il difficile impegno dei friulani, il suo impiego è consigliabile in assenza di valide alternative, soprattutto nel ruolo di “E” in un fantacalcio Mantra.  Non male neanche l’opzione sulla fascia mancina del 3-5-2 di Sottil, quell’Udogie che già lo scorso anno fece male ai rossoneri, seppur realizzando un gol quantomeno dubbio. 

SAMPDORIA-ATALANTA

In contemporanea a Milan-Udinese, alle ore 18.30 di sabato, si giocherà anche Sampdoria-Atalanta. Tra i possibili top, nei padroni di casa, Gonzalo Villar, ceduto in prestito ai doria dalla Roma. Il suo apporto in mediana potrebbe risultare decisivo alla causa di Giampaolo, e, perché no, portare qualche bonus ai fantallenatori. Consigliamo, inoltre, di puntare decisi su Filip Djuricic, che dopo 4 stagioni al Sassuolo, condite da 14 reti, ha deciso di sposare la causa di Giampaolo. Il giocatore conosce bene il tecnico e la piazza, avendo già militato tra le fila della Samp dal 2016 al 2018. Ma la vera rivelazione potrebbe essere Sabiri, talento marocchino proveniente dall’Ascoli, che ha ben impressionato nel precampionato; il suo utilizzo è interessante anche in chiave Mantra, visto il doppio ruolo T/A. 

In un’Atalanta “poco nuova”, in attesa di positivi risvolti dal mercato auspicati da mister Gasperini, sarebbe il caso di puntare all’usato sicuro. Parliamo, in particolare, di Pasalic e Zapata. Il primo, se dovesse confermare il rendimento dello scorso anno, è l’arma gol aggiunta alle reti che dovrebbe garantire il secondo, su cui la Dea punta anche in questa stagione come uomo chiave per il proprio attacco. 

LECCE-INTER

Oltre al Milan, anche il campionato dell’altra milanese inizierà sabato 13 agosto. L’inter di Simone Inzaghi inizierà la sua avventura da Lecce, contro una squadra, quella di Marco Baroni, intenzionata a mantenere la categoria conquistata sul campo. I top dell’Inter si conoscono bene, dal ritorno di Lukaku a Lautaro Martinez, passando per Chalanoglu e il trio difensivo Bastoni, Skriniar e De Vrij. Un occhio di riguardo a Gosens, impiegato con il contagocce nel finale della scorsa stagione, a causa di un infortunio da cui era reduce, ma quest’anno pronto a fornire all’Inter qualità e gol dei tempi di Bergamo. 

Meno noti ai fantallenatori, invece, sono le possibili sorprese tra i pugliesi. Occhi puntati, in particolare, sul nuovo arrivo Federico Di Francesco: dopo l’esperienza di Empoli l’esterno offensivo potrebbe trovare la sua dimensione proprio a Lecce, nel 4-3-3 di mister Baroni. Arrivato dalla Spal, come il figlio del tecnico Eusebio, anche Gabriel Strefezza. Entrambi profili da tenere in considerazione, seppur sia un rischio schierarli titolari alla prima contro i vice campioni d’Italia. Infine l'”aria di derby” potrebbe galvanizzare il giovane centravanti Colombo, prodotto delle giovanili rossonere, che però dovrebbe partire dalla panchina.  

MONZA-TORINO

In contemporanea a Lecce-Inter si giocherà anche Monza-Torino. Il mercato della squadra della coppia Berslusconi-Galliani non è quello della “solita” ultima arrivata: Da Cragno a Ranocchia, fino a Sensi e Pessina, per arrivare al reparto offensivo, che annovera l’esperienza, tra gli altri, di gente come Caprari e Petagna. C’è l’imbarazzo della scelta, per una sfida che non si prospetta sulla carta proibitiva.

La compagine brianzola potrebbe infatti approfittare delle tensioni interne al Toro di Juric. Dopo il brutto episodio che ha visto protagonista in negativo il tecnico, insieme al Ds Vagnati, adesso si è presentata anche la tegola Lukic: tutti i fantallenatori che volevano schierare il capitano e uomo simbolo del Torino, facciano un passo indietro. Il centrocampista serbo, a segno già in Coppa Italia contro il Palermo, non seguirà la squadra a Monza, e potrebbe lasciare presto la compagine di cui è capitano a causa di dissidi interni con l’ambiente. Al momento ci sentiamo di consigliare, per la prima, il sempre ottimo Singo, freccia instancabile della corsia destra granata, e la rivelazione Radonjic: un precampionato di lusso il suo, “genio e sregolatezza” che potrebbe regalare grande soddisfazioni a tutti gli appassionati di fantacalcio che hanno deciso di puntare su di lui.

FIORENTINA-CREMONESE

Per l’altra neo promossa, la Cremonese, sarà tempo di esordio domenica 14 agosto alle ore 14.30.  Non semplice il primo test per la squadra di Massimo Alvini, a cui toccherà fare visita alla Fiorentina di Vincenzo Italiano. Motivo che porterebbe a schierare senza esitazioni Nikola Milenkovic, perno difensivo fresco di rinnovo con la compagine viola. Anche le fasce difensive, con l’esperienza di Biraghi e la freschezza del brasiliano Dodò, sono da tenere in grande considerazione. In avanti Nico Gonzalez, battitore anche di calci di punizione, potrebbe fornire ottime garanzie di rendimento e annessi bonus. Jovic? Una sfida che i fantallenatori possono vincere: da schierare alla prima, se si possiede in rosa.

Nelle file dei lombardi, in attesa dell’ambientamento di Escalante, arrivato in prestito dalla Lazio per giocare con più continuità, si potrebbe puntare fin da subito, in assenza di valide alternative per ruolo, su Zanimacchia ed Okereke.  Il primo, trascinatore in b con 8 gol e 5 assist in B, si profila come un’ottima scommessa per i fantalleantori, visto anche il doppio ruolo in chiave mantra, W/A. Il secondo, 7 gol a Venezia lo scorso anno, potrebbe risultare una spina nel fianco per molte difese. Chissà, forse, anche fin da subito,  per quella viola.  

LAZIO-BOLOGNA

Su Lazio-Bologna, in programma domenica 14 agosto alle ore 18.30, c’è tanto poco da dire. Tanto perché “fantacalcisticamente parlando” è una sfida che potrebbe profilarsi molto interessante, poco perché le due squadre non si sono granché rivoluzionate sul mercato. I consigli, pertanto, si basano giocoforza sui “top” di sicuro affidamento: Immobile e Milinkovic Savic, in particolare, tra i biancocelesti; Arnautovic ed Orsolini tra i rossoblu. L'”aria nuova”, in casa Lazio, arriva invece tra i pali: Luis Maximiano, recordman di parate nella scorsa Liga, è assolutamente da schierare. Nel Bologna occhio a Cambiaso, reduce da un’ottima stagione, con svariati bonus, con la maglia del Genoa. 

SALERNITANA-ROMA

Non semplice l’esordio della Salernitana del confermato Davide Nicola, autore del capolavoro salvezza nella scorsa stagione. Di fronte alla prima si troverà la roma di Mourinho, autentica regina, finora, del mercato estivo. Nel 3-4-2-1 del tecnico portoghese c’è l’imbarazzo della scelta: tra tutti il recuperato Spinazzola, e il suo dirimpettaio di fascia Karsdorp, potrebbero garantire sicuro affidamento nell’ottica di questa gara. Il loro compito sarà quello di servire al meglio uno dei centravanti top della serie A, Tammy Abraham: quest’anno, grazie anche al supporto di Paulo Dybala, potrebbe anche superare il rendimento della sua prima stagione in giallorosso, 17 reti in 37 partite. Vista la partita altamente complessa per la Salernitana, si potrebbe puntare, in assenza di adeguata copertura a centrocampo, su uno tra Kastanos e Coulibaly

SPEZIA-EMPOLI

Spezia-Empoli, insieme alla gara dell’Arechi di Salerno, chiuderà il quadro delle gare domenicali. Tra i liguri uno slot in attacco, alla prima giornata, si potrebbe spendere su Nzola, che ha già dimostrato di essere in gran spolvero già in Coppa Italia, con una doppietta rifilata al Como.  Tra le conferme di sicura affidabilità anche il palermitano Emmanuel Quartsin Gyasi, esterno con il “vizietto” del gol e dell’assist, pane per i denti di tutti i fantallenatori. Sull’altra fascia, nel 3-5-2 di Luca Gotti, quel Simone Bastoni che ha chiuso in crescendo la scorsa stagione: da lui ci si aspetta il definitivo salto di qualità.

L’Empoli di Paolo Zanetti, invece, riparte da alcune certezze, come il terzino Parisi e il trequartista Bajrami, alle quali unirà l’esperienza in attacco di Mattia Destro e le qualità in cabina di regia di Răzvan Marin. Dopo la sua ottima stagione al Cagliari, nonostante la retrocessione del club sardo, i toscani hanno deciso di affidare a lui le chiavi del centrocampo. Una scelta che, in partite come questa, potrebbero compiere anche i fantallenatori. 

VERONA-NAPOLI

Verona-Napoli sarà una delle due sfide che allieteranno gli amanti del calcio, e del fantacalcio, nel giorno di Ferragosto. Sarebbe stato semplice consigliare l’utilizzo, tra gli scaligeri, di Giovanni Simeone, autore di 17 centri nella passata stagione. Tuttavia il giocatore con ogni probabilità non sarà della gara, perché prossimo al trasferimento proprio al Napoli. La “pesca” nella rosa della squadra di Cioffi , piuttosto, offre maggiori garanzie nel reparto di centrocampo: un nome su tutti è quello di Antonín Barák, intenzionato a ripetersi ai livelli della passata stagione. Garanzie, anche per quest’anno, offrono le fasce, con Faraoni e Lazovic pronti a fornire gol e assist per la delizia dei “tecnici virtuali” che decideranno di puntare su di loro. 

Per quanto riguarda il Napoli, come non pronunciare il nome di Victor Osimhen: questa, per lui, potrebbe essere la stagione giusta per puntare al titolo di capocannoniere, nonostante l’agguerrita concorrenza. Accanto a lui, nel reparto offensivo, occhio al nome di Khvicha Kvaratskhelia. L’ex Dinamo Batumi, 21 anni, è considerato uno dei talenti più promettenti del calcio georgiano. Inoltre nel fantacalcio “classic” il suo ruolo è “C”, il che garantirebbe l’utilizzo, di fatto, di un attaccante in più in squadra senza contravvenire all’utilizzo dei moduli di base.  

JUVENTUS-SASSUOLO

Il quadro delle gare della prima giornata di serie A si chiuderà con Juventus-Sassuolo, in programma alle 20.45 del 15 agosto. Tra i bianconeri sarebbe superfluo, ma ugualmente doveroso, indicare i nomi di Vlahovic e Di Maria come potenziali fucine di bonus, e non solo per la gara interna contro gli emiliani. Un nome nuovo, invece ,è quello di Nicolò Fagioli: il giovane centrocampista pare aver convinto Allegri, ed è pronto a scendere in campo da titolare già alla prima. Infine come non nominare, sempre e comunque, uno dei pupilli della stragrande maggioranza di fantallenatori: Juan Cuadrado, 34 anni, rimane una certezza. Assist, gol, e numeri di prestigio, di ruolo “C” nel classic ed “E”/”W”, nel mantra. Ma, di fatto, un attaccante aggiunto nel modulo di mister Allegri. Obbligatorio puntarci anche quest’anno. 

Nel Sassuolo, dalla cintola in su, quattro sono i profili su cui porre l’attenzione: il primo, inevitabilmente, è quello di Domenico Berardi: decennale, ormai, la sua esperienza in maglia biancoverde. Leader, trascinatore e rigorista, anche quest’anno il nazionale azzurro è pronto a regalare gol e spettacolo con la maglia che lo ha consacrato al grande calcio. In mediana, la freschezza dei 23enni Thorstvdet e Frattesi potrebbe garantire inserimenti, bonus e soddisfazioni ai fantallenatori. Infine come non citare Giacomo “Jack” Raspadori: il talentino 22enne, anche lui in orbita nazionale, potrebbe lasciare, anche lui in direzione Napoli. Intanto, per chi ce l’ha in rosa, è consigliabile schierarlo fin da subito.

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti

Palermo Live
Giornale online con notizie riguardanti la città di Palermo