Home Cronaca di Palermo Palermo Pride, presente il sindaco Lagalla: “Riconoscere i diritti della diversità è un dovere”|VIDEO

Palermo Pride, presente il sindaco Lagalla: “Riconoscere i diritti della diversità è un dovere”|VIDEO


Redazione PL

Presenti alla manifestazione anche Franco Miceli e Fabrizio Ferrandelli, e l'attore Beppe Fiorello. Il sindaco di Palermo Roberto Lagalla ha voluto dedicare, anche in una giornata di festa, un pensiero alla famiglia del piccolo Andrea Mirabile

Oggi, 9 luglio grande affluenza in occasione dal Palermo Pride. Il corteo è partito nel pomeriggio dal Foro Italico, per poi attraversare Corso Vittorio Emanuele, via Roma, via Cavour, fino ad arrivare a Villa Filippina.

Alla manifestazione era presente anche il sindaco di Palermo Roberto Lagalla. “Avevo detto che sarei venuto e sono qui – ha dichiarato alla stampa presente -.  Sono convinto che la città non solo non arretra sui diritti, ma deve riconoscere e valorizzare tutto ciò che porta pluralità e capacità di iniziativa. Ma soprattutto consente di valorizzare la gioventù. E proprio per questo riconoscere i diritti della diversità, della pluralità, è un dovere della comunità”. 

Il sindaco di Palermo, inoltre, ha voluto dedicare un pensiero alla famiglia del piccolo Andrea Mirabile: “Oggi è un giorno di festa qui ma è anche un giorno di dolore per la famiglia palermitana che ha perso un bambino di sei anni. A questa famiglia Palermo è vicina e stasera sarò lì ad accogliere questo piccolo grande sfortunato cittadino”.

BEPPE FIORELLO? “IO MADRINO? HO DELUSO QUALCUNO, NE SONO ORGOGLIOSO”

Presenti, tra gli altri, anche i consiglieri comunali ed ex candidati alla carica di sindaco Fabrizio Ferrandelli e Franco Miceli, nonché l’attore e produttore cinematografico Beppe Fiorello. “Ho accettato un invito così accorato e appassionato che non ho esitato un attimo a prenderlo ed essere qua – ha dichiarato –.  Avevo proprio la voglia di esserci e di partecipare. Sono qua anche per saperne di più, per curiosità. E per partecipare a un movimento importante che sta lottando da tanto tempo per diritti che sono spesso negati. E voglio vedere, voglio capire cosa accade. E ognuno di noi può essere veicolo per parlare di questo.”

L’attore, già nella conferenza stampa di presentazione dell’evento, aveva ironizzato sul suo ruolo di “madrino“: “Ma come, qualche sera fa eri su rai 1 accanto a Mara Venier e poi vai al Gay Pride di Palermo? Qualcuno è rimasto deluso che ho deciso di venire qui, e allora sono molto orgoglioso di aver deluso qualcuno”.

PALERMO PRIDE 2022 – CLICCA QUI PER IL VIDEO

Potrebbero interessarti