Home Cronaca Rapina a distributore di benzina nel Palermitano: arrestato un componente della “banda del flex”

Rapina a distributore di benzina nel Palermitano: arrestato un componente della “banda del flex”


Redazione

I Carabinieri indagano per cercare gli altri due complici, componenti della banda criminale

flex

Alle prime ore di stamattina, i Carabinieri della Compagnia di Bagheria hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 39enne, indagato per rapina aggravata in concorso con altre due persone, attualmente in corso di identificazione. Si tratterebbe della “banda del flex” che da oltre un mese è diventata l’incubo dei distributori di benzina palermitani.

Il provvedimento, emesso dall’ufficio G.I.P. del Tribunale di Termini Imerese nel corso delle indagini preliminari, è frutto di una complessa attività investigativa condotta dalla Compagnia di Bagheria, con il contributo della Compagnia di Palermo Piazza Verdi. L’indagine ha consentito di acquisire un grave quadro indiziario a carico del 39enne, già noto alle forze dell’ordine.

Rapina con aggressione

In particolare, il Giudice per le indagini preliminari ha ritenuto esistere dei gravi indizi di colpevolezza in relazione nella rapina avvenuta la notte del 24 novembre scorso a Ciminna. In quella circostanza, insieme a due complici, il 39enne avrebbe minacciato e aggredito fisicamente il custode di un distributore di carburante sulla S.S. 121, nel territorio a confine tra i comuni di Ciminna e Mezzojuso, al fine di impossessarsi del denaro presente nella stazione di servizio e di altri oggetti, per un valore totale di oltre 8.000 euro. A questo fine, la banda avrebbe costretto con la forza il custode ad aprire la cassa automatica “self-service” del distributore di carburante, forzando inoltre la cassaforte presente all’interno del punto vendita collegato allo stesso distributore con un “flex”.

“Banda del flex”: otto rapine tra Palermo e provincia

La banda del flex ha messo a segno otto rapine in totale ai danni di distributori di carburante. Le ultime, in ordine di tempo, nella notte tra il 10 e l’11 dicembre. Vittime due pompe di benzina Eni, in via Oreto e piazza Scaffa.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Potrebbero interessarti