Home Eventi e spettacolo A Castelbuono il Premio Nazionale di Poesia Naturalistica

A Castelbuono il Premio Nazionale di Poesia Naturalistica


Marianna La Barbera

La cerimonia di assegnazione si terrà al Museo "Francesco Minà Palumbo" sabato 27 agosto alle 18:00

La poesia naturalistica protagonista di un Premio Nazionale giunto alla terza edizione che si tiene a Castelbuono, incantevole borgo del Parco delle Madonie. 
A promuovere il concorso, nel solco del tradizionale impegno finalizzato alla divulgazione della cultura scientifica e attraverso il Comitato organizzatore, è il Museo Naturalistico “Francesco Minà Palumbo“. 
La cerimonia di premiazione si terrà sabato 27 agosto alle 18:00, nella Sala Conferenze “Michele Morici” del Museo, in piazza San Francesco 3. 

UN LINGUAGGIO POETICO EVOCATIVO E POTENTE 

Il concorso è dedicato alla composizione poetica, che si prefigge di indagare la biodiversità legata alla flora, alla fauna e alla vegetazione.
Protagonista dei versi, sia in italiano che vernacolo, è il paesaggio con i molteplici aspetti che caratterizzano il territorio, inclusi quelli legati alla geologia e alla climatologia
La poesia naturalistica utilizza la forza evocativa della parola per promuovere una visione e un’interpretazione nuove, genuine e autentiche delle innumerevoli declinazioni del mondo naturale. 
I versi affrontano anche il tema della complessità e fragilità delle relazioni esistenti tra gli elementi che compongono la natura stessa. 

LE GIURIE 

A naturalisti, letterati e poeti il compito di valutare gli elaborati e decretare i vincitori. 
Tre le giurie, che corrispondono ad altrettante sezioni del Premio: Poesia a Tema Naturalistico in Lingua Italiana, Poesia a Tema Naturalistico in Vernacolo, con traduzione in lingua italiana, e Haiku
Quest’ ultimo è un genere poetico giapponese connotato dall’essenzialità, dalla brevità e da una filosofia legata al concetto di hic et nunc, con un linguaggio sintetico. 
La giuria della sezione Haiku è tecnica: i componenti sono esperti e studiosi della forma poetica, noti nel panorama nazionale e internazionale. 
A presiedere e coordinare le tre giurie è Cinzia Pitingaro, di recente salita sul podio del “Premio Letterario il Borgo Italiano 2022” con i suoi versi inediti dedicati a Castelbuono. 

La poetessa castelbuonese Cinzia Pitingaro presiede e coordina le tre giurie 

Poetessa affermata, Cinzia Pitingaro è lei stessa sensibile e raffinata autrice di componimenti haiku.
Ma è anche molto apprezzata per l’utilizzo del dialetto, che omaggia il paesaggio castelbuonese e madonita. 
A presiedere il Premio, è invece il docente universitario e botanico Rosario Schicchi. 

 
 

 

Potrebbero interessarti